Il francobollo più raro e costoso di San Marino venduto a 107mila euro

Più letti

Sempre grande interesse per la numismatica e filatelia della Repubblica di San Marino, anche se il settore andrebbe riorganizzato a cominciare dal costruire un sito internet decente. Il francobollo della Repubblica di San Marino che ha raggiunto la cifra massima finora pagata fu acquistato nel marzo del 2016 da un sammarinese che partecipò, non a suo nome, all’asta della Casa Ferrario. Il record spetta a un francobollo singolo di San Marino: il 5 centesimi su 10 centesimi oltremare del 1892, soprastampa ripetuta sul margine di foglio superiore, nuovo, gomma originale integra, perfetto, unico esemplare noto con questa varietà (Il catalogo Cat.Sassone fissava il prezzo a 97.500 euro per questo rarissimo francobollo senza varietà). La base d’asta partì a 75mila euro, ma coi rialzi fu vendita a 108mila, a dimostrazione come le massime rarità nel miglior stato di conservazione sfiorano o perfino superano le quotazioni di catalogo.

I dettagli del francobollo:

La sovrastampa (stampato sopra ad un altro francobollo) si rese necessaria a causa dell’esaurimento dei valori della serie precedente, in attesa dell’arrivo di un’ulteriore fornitura da Torino. È curioso il motivo dell’esaurimento, pare legato all’attività di promozione filatelica di Otto Bickel, un commerciante filatelico che operava a San Marino dal 1891. Per affrancare le buste usava grandi quantità di francobolli di piccolo taglio, in particolare del 5 c.; questo valore fu il primo ad andare esaurito, sostituito dai 10 c. detassati a 5 c.. Gli esemplari sovrastampati provocarono a loro volta l’esaurimento dei 10 c.. La tipografia incaricata della sovrastampa non aveva caratteri mobili sufficienti per approntare le tavole di stampa; si decise, quindi, di sovrastampare solo il mezzo foglio da 50 pezzi e di usare tutti i caratteri disponibili, anche se non identici tra loro. Come risultato, le sovrastampe esistono con vistose differenze e gli esemplari con sovrastampa capovolta sono comuni.

 

 

Nella stessa occasione restò invece invenduto un’altra rarità di primo ordine, in primis l’unico aerogramma esistente volato con la Crociera Nord Atlantica di Italo Balbo del 1933 spedito da San Marino con affrancatura locale per la destinazione intermedia di Reykjavik (in Islanda), offerto a una base di 65mila euro. (Foto Sotto)

- Advertisement -

Altri post

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -

Post Recenti