Gian Carlo Venturini confermato Segretario del Pdcs

Più letti

Un acclamato Gian Carlo Venturini è stato riconfermato segretario del Pdcs. Mozione finale approvata all’unanimità al XXCI congresso del partito. “Orgoglioso del Partito Democratico Cristiano Sammarinese – ha detto il segretario uscente – che in 70 anni di storia non ha mai cambiato nome e ha sempre perseguito gli stessi valori”. L’altra candidata in campo era Marcella Michelotti, ma fin da subito si è capito come sarebbe andata. La passione del Segretario Venturini ha molto coinvolto i presenti.

La Mozione Finale del XXI Congresso del PDCS

XXI CONGRESSO GENERALE

Il XXI Congresso Generale del Partito Democratico Cristiano ha avuto luogo nei giorni 23, 24 e 25 ottobre 2020 presso il Centro Congressi Kursaal della Città di San Marino. La celebrazione dell’assise, che, a norma di Statuto, era inizialmente prevista per la primavera, ha subito un ritardo a causa delle restrizioni dettate dalla pandemia Covid-19.

Il Congresso rivolge un pensiero affettuoso e commosso ai concittadini che, a causa dell’evento pandemico, sono deceduti lasciando nel dolore i loro cari e l’intera comunità sammarinese.

Il Congresso rivolge altresì i propri sentimenti di gratitudine a quanti, con abnegazione e alto senso di solidarietà e responsabilità, si sono adoperati fattivamente per assicurare a ciascuno cure sanitarie appropriate e il necessario sostegno per l’affronto delle difficoltà. Il pensiero riconoscente va agli operatori sanitari impegnati in prima linea a fronteggiare l’emergenza, alle istituzioni preposte a garantire la sicurezza e i servizi, a tutti coloro che, anche in forme e modalità inedite, hanno continuato, attraverso il lavoro, la professione e il volontariato, ad offrire il loro prezioso e insostituibile contributo alla vita delle persone e dell’intero Paese.

Di fronte al rischio di una possibile recrudescenza del contagio, il Congresso rivolge il proprio incoraggiamento affinché tutta la comunità sammarinese continui a farsi carico delle situazioni di maggiore fragilità, con particolare riferimento alle fasce più deboli, i disabili  e gli anziani innanzi tutto, affinché vengano assicurati ai bambini e ai giovani i servizi educativi e i necessari ambiti di relazioni sociali, affinché sia tutelato il lavoro e sia sostenuto il rischio d’impresa.

Il Congresso rivolge un riconoscente pensiero a tutti gli amici scomparsi e ricorda in particolare coloro che hanno ricoperto incarichi e funzioni di rilievo per il Paese e all’interno del Partito; si annoverano fra questi gli amici Gian Franco Terenzi, Athos Gasperoni, Pietro Bianchi, Luigi Mazza, Sante Canducci, Giuseppe Lonfernini, Giuseppe Ceccoli, Roberto Balsimelli, Giancarlo Ghironzi, Marino Chiaruzzi, Antonio Gasperoni e Domenico Moretti.

Il XXI Congresso ringrazia i numerosi e qualificati ospiti, che nel corso dei tre giorni sono intervenuti offrendo preziosi contributi sia di idee che di proposte, contributi con cui il Partito intende confrontarsi e ai quali vuole attribuire la massima considerazione nell’azione politica.

Uno speciale ringraziamento viene rivolto agli Ecc.mi Capitani Reggenti Alessandro Cardelli e Mirko Dolcini che hanno onorato l’assise con il Loro alto messaggio.

Il Congresso è altesì grato  per il messaggio pervenuto dal Vescovo di San Marino- Montefeltro Sua Ecc.za Andrea Turazzi  con cui rivolge un forte richiamo ai valori della dottrina sociale.

Ringrazia tutti i graditi ospiti, le delegazioni dei partiti e delle associazioni di categoria che hanno seguito l’assise e gli amici che hanno inviato il loro apprezzato saluto; un particolare sentimento di gratitudine e di affetto viene indirizzato all’Avv. Romano Belluzzi, cofondatore del Partito, che, pur avendo dovuto rinunciare a presenziare ai lavori, non ha fatto mancare la sua voce attraverso il proprio sentito messaggio di testimonianza.

Di grande rilievo e significato politico il messaggio video registrato del Presidente e del Segretario Generale del Partito Popolare Europeo Donald Tusk e Antonio Lopez-Istruiz, del Vice Presidente di Forza Italia Antonio Tajani, i messaggi pervenuti dal Presidente della Regione Emilia Romagna Stefano Bonaccini, dal Presidente della Regione Marche  Francesco Acquaroli, dal Consigliere Regionale dell’Emilia Romagna Massimo Bulbi e dal Sindaco di Montegrimano Elia Rossi.

Un particolare ringraziamento per i contributi di riflessione offerti dagli interventi in presenza degli amici Raffaele Bonanni e Mario Mauro.

Il XXI Congresso esprime il più vivo e grato apprezzamento per la conduzione del Partito da parte degli amici Gian Carlo Venturini, Segretario uscente e  Luca Beccari, Presidente del Consiglio Centrale.

Esprime altresì il vivo e grato apprezzamento al Gruppo Consigliare della XXIX Legislatura, ai membri della Direzione, del Consiglio Centrale e delle Sezioni nonché al Movimento Giovanile, che, sostenuti da tanti amici, con costanza e sacrificio personale, hanno dedicato alla vita politica energie, risorse e competenze,  consentendo al Partito di raccogliere l’ampio e significativo risultato elettorale delle elezioni politiche del dicembre 2019.

Il Congresso approva l’articolata relazione del Segretario Gian Carlo Venturini, che ha tracciato un puntuale excursus sulla vita politica, economica e sociale del Paese nell’ultimo triennio e sull’azione del Partito nelle contingenze particolarmente tormentate e impegnative che hanno caratterizzato il periodo.

Al ricco e ampio dibattito congressuale hanno partecipato attivamente i delegati delle 13 Sezioni operanti in territorio e delle Sezioni di Rimini e di Genova.

SOSTENERE LA PERSONA

PER IL FUTURO DEL PAESE

In una situazione di difficoltà e di precarietà a livello mondiale come quella che tutta l’umanità sta attraversando, e che nel passato più prossimo può forse avere termine di paragone ormai solo nella memoria dei più anziani con il ricordo degli anni della seconda guerra mondiale e dei momenti difficili che ne seguirono, la politica, se davvero vuole lavorare per il futuro del Paese, è chiamata a ricentrare il motivo del proprio agire.

“Sostenere la persona per il futuro del Paese”

Questo il tema, e il proposito, del XXI Congresso del PDCS. L’azione politica dovrà sempre più avere al centro e come destinataria finale del proprio agire la persona, nella declinazione concreta delle diverse situazioni e dei diversi momenti della esistenza. Solo sostenendo la persona nei suoi bisogni familiari, educativi, formativi, di salute, di lavoro, di intrapresa, di socialità e di solidarietà, nel bisogno di essere protagonista della propria vita e di valorizzare le risorse di cui ciascuno è dotato, solo così potremo tutti insieme affrontare il futuro e superare l’incertezza di oggi.

Il XXI Congresso del PDCS

  • consapevole della grave responsabilità che compete alla propria forza politica in virtù di oltre Settanta anni di storia e di impegno attivo e fruttuoso nella vita del Paese;
  • consapevole delle difficoltà presenti, aggravate pesantemente dalla perdurante pandemia, che ingenerano forti preoccupazioni per la tenuta dell’assetto economico della Repubblica e per le ricadute sui livelli di benessere raggiunto e sul mantenimento di un welfare diffuso;
  • consapevole del dovere di corrispondere con rinnovato impegno e slancio alla ampia fiducia, accresciuta nella tornata elettorale 2019, di cui è sempre stato oggetto da parte dei concittadini;
  • consapevole del dovere proprio e di tutti di operare in modo sinergico per il superamento delle paure e delle incertezze del presente, per aprire nuovi orizzonti alla vita della Repubblica nel contesto internazionale, perché sia incrementata la solidarietà a tutti i livelli, perché tutti, anziani e giovani, possano guardare con fiducia al futuro;

raccomanda agli organi che risulteranno eletti da questa assise:

  • di mantenere fede agli ideali ispiratori formulati nel manifesto politico di fondazione, declinando nel presente il loro valore fecondo;
  • di alimentare la consapevolezza che si serve il Partito solo se si serve il Paese (Alcide De Gasperi) e che l’essenza del Partito “è la sua base” (Giovanni Zaccaria Savoretti);
  • di incrementare la vita e la dialettica interna del Partito, valorizzando le esperienze e le capacità presenti nel Gruppo Consiliare e negli iscritti;
  • di condividere le scelte e allargare la partecipazione, rifuggendo dall’isolamento autoreferenziale nel “Palazzo”;
  • di riconfermare e valorizzare il ruolo delle sezioni come articolazione attenta e attiva nei diversi contesti delle comunità locali;
  • di sostenere l’azione del GDC attraverso un loro pieno coinvolgimento nella vita del Partito, continuando nel percorso di formazione già avviato;
  • di favorire il confronto e l’ascolto continui con tutte le formazioni politiche, di maggioranza e di opposizione, e con   tutte le organizzazioni sociali ed economiche del Paese, nella consapevolezza che l’efficacia dell’azione di governo non deriva dalla forza dei numeri quanto piuttosto dalla capacità di operare scelte che rispondano con lungimiranza ai bisogni reali del Paese.

L’ALLEANZA DI GOVERNO E L’EVOLUZIONE DEL QUADRO POLITICO

La Relazione del Segretario Politico si è soffermata sull’analisi dell’evoluzione del quadro politico.

La crisi economica, con le sue ricadute sociali, e la crisi di legittimità dei partiti tradizionali, che investe anche il ruolo dei corpi intermedi, hanno favorito la formazione di movimenti, che spesso volte sono caduti  in un facile ‘populismo’ teso ad intercettare il malcontento, con promessa di riscatto, il più delle volte senza progettualità.

Il contesto politico risulta ulteriormente indebolito dalla frammentazione dei partiti tradizionali. Si auspica  una riaggregazione dell’area del socialismo liberale  per non disperdere questo  patrimonio culturale e politico.

L’alleanza con Movimento Rete, Domani Motus-Liberi e Noi per la Repubblica, su cui il PDCS ribadisce la validità senza nascondere le diversità,  è impegnata nell’attuazione del programma di Governo per affrontare le emergenze del Paese tenendo fede al mandato ricevuto dal Corpo Elettorale.

Le criticità del Paese e le riforme strutturali non più rinviabili richiamano la coscienza civile ed  impongono a tutte le formazioni politiche di operare concretamente per fare prevalere l’interesse del Paese.

UNA PROGETTUALITA’ PER IL PAESE

Il P.D.C.S. riconferma la validità delle proposte scaturite dalla Conferenza Programmatica tenutasi nel novembre 2018 e riprese nel documento preparatorio del  Congresso, con una azione politica tesa a concretizzare  proposte e contenuti per realizzare un modello di società  :

  • che ponga al centro dell’azione la persona e la famiglia;
  • che tuteli la vita, sostenendo la persona dal suo concepimento fino al suo termine naturale;
  • che rafforzi lo stato sociale e la solidarietà;
  • che assicuri risposte alle famiglie che versano in difficoltà con servizi dedicati alla presa in carico delle persone nel corso della vita attraverso una politica integrata fra servizi sanitari e sociosanitari;
  • che favorisca ambiti di sussidiarietà;
  • che promuova uno sviluppo sostenibile, anche con investimenti infrastrutturali, accrescendo la competitività del Paese, il suo ammodernamento e superando le criticità strutturali che da tempo frenano la ripresa nei vari settori economici;

CONCLUSIONI

A conclusione della sua XXI assise, il Congresso:

  • ringrazia tutti gli iscritti e tutti i simpatizzanti per la loro partecipazione e per i loro contributi di idee e proposte;
  • rivolge il proprio pensiero e il proprio saluto affettuoso e grato ai concittadini sammarinesi residenti all’estero, parte viva e inseparabile della comunità sammarinese;
  • ringrazia gli operatori della comunicazione per il servizio svolto con attenzione e professionalità;
  • ringrazia i tecnici, lo staff della segreteria e i volontari che hanno consentito ed operato per la buona riuscita del Congresso e perché questo si svolgesse nel rispetto delle norme imposte per la difesa della salute e della sicurezza;
  • ringrazia le amiche ed amici della Segreteria Marina Forcellini, Lucia Zonzini, Serena Martini e Gabriele Ghiotti e tutto il GDC  che si sono occupati delle fasi preparatorie del Congresso;
  • rivolge infine un grazie particolarmente sentito al Presidente Pasquale Valentini e al vice Presidente Sara Ugolini che hanno condotto con perizia e saggezza lo svolgimento del Congresso.

 

 

- Advertisement -

Altri post

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -

Post Recenti